Giordano Bruno il mago

Un paio di cose che non si dicono mai di Giordano Bruno, il mago. marzo 13, 2016 Osannato dalla pubblicistica laicista, fu occultista, misogino e antisemita. Ma oggi è esaltato per un’unica ragione: era contro la Chiesa cattolica
http://www.tempi.it/cose-che-non-si-dicono-mai-di-giordano-bruno-il-mago#.Vu-MiNCQlxC

Le severe regole degli arruolati Isis e il rischio tradimento... [[ perché la CIA, CONSENTE A TURCHIA E ARABIA SAUDITA LA GESTIONE DELLA GALASSIA JIHADISTA? ]] Nei giorni della cattura in Belgio di Salah Abdeslam, uno dei protagonisti della strage di Parigi del 13 novembre emergono notizie su centinaia di Foreign Fighter dello Stato Islamico, per lo più europei, hanno lasciato la Siria e sono tornati nei loro Paes... Tra i Paesi arabi i più generosi di militanti jihadisti, Libia, Arabia saudita e Sudan. Zaman al Wasl assicura di avere controllato i dati dei questionari delle reclute e quelle dei permessi d’espatrio trovandoli “perfettamente identici per ogni combattente”. http://ninofezzacinereporter.blogspot.it/2016/03/le-severe-regole-degli-arruolati-isis-e.html

fin dove si POSSONO SPINGERE GLI islamici NAZISTI ALLEATI di ISRAELE e della NATO! LE DEMOCRAZIE DEL GOLFO, CHE, SECONDO IL DARWIN SODOMA GENDER DI OBAMA, DOVREBBERO INSEGNARE LA DEMOCRAZIA AD ASSAD!  Bahrein: attivista per i diritti umani arrestata per aver strappato una foto... Amnesty International ha sollecitato le autorità del Bahrein a rilasciare immediatamente Zainab al-Khawaja, l’attivista per i diritti umani arrestata il 14 marzo insieme al figlio di 15 mesi. “Zainab al-Khawaja e la sua famiglia sono costantemente presi di mira dalle autorità bahreinite per le loro denunce sulle violazioni dei diritti umani” ha dichiarato James Lynch, vicedirettore del programma Medio Oriente e Africa del Nord di Amnesty International.
“Zainab al-Khawaja è stata condannata solo per aver strappato una foto e aver cercato di visitare il padre in carcere. Se il suo arresto significa che inizierà a scontare la pena, Amnesty International la considererà prigioniera di coscienza, imprigionata solo per il pacifico esercizio del diritto alla libertà d’espressione” ha aggiunto Lynch. Secondo Maryam al-Khawaja, sorella di Zainab, nel pomeriggio del 14 marzo 15 jeep della polizia hanno chiuso la strada dove si trova l’abitazione della famiglia. Gli agenti hanno poi hanno proceduto all’arresto all’interno della casa.
Dall’inizio della rivolta del 2011, Zainab al-Khawaja è una protagonista dell’attivismo per i diritti umani in Bahrein. Da allora, ha trascorso quasi un anno e mezzo in carcere. Ora rischia una condanna a tre anni e un mese di carcere, oltre a una multa di 3.000 dinari per vari capi d’accusa, tra cui aver strappato una fotografia del re. Se non pagherà la multa, il periodo di detenzione sarà esteso di un anno e mezzo. Il padre di Zainab, Abdulhadi al-Khawaja, noto attivista e prigioniero di coscienza, è all’ergastolo dal 2011. La sorella Maryam è accusata di “aggressione a un pubblico ufficiale” che la stava perquisendo. La stessa Maryam al-Khawaja, che vive in esilio, ha riferito ad Amnesty International di temere che l’arresto di Zainab sia legato alle sue recenti denunce sulle violazioni dei diritti umani in Bahrein.
“Le assurde imputazioni contro Zainab al-Khawaja non sono riconosciute dal diritto internazionale e dimostrano fino a che punto le autorità del Bahrein sono disposte ad arrivare pur di ridurre al silenzio la libertà d’espressione e il dissenso pacifico” 


La pace non può regnare tra gli uomini, se prima non regna nel cuore di ciascuno di loro. (Giovanni Paolo ll) Buona Domenica delle Palme a tutti nella pace in Gesù!


"Meglio mamma e papà": giudice licenziato. ecco quando può divenire criminale la ideologia del gender, UNA IDEOLOGIA SENZA UN SUBSTRATO SCIENTIFICO, QUINDI UN CREDO DOGMATICO RELIGIOSO DARWIN. TRA L'ISLAM ED IL GENDER, FARISEI MASSONI SPA FED, HANNO PORTATO UN ATTACCO MORTALE ALLA CIVILTÀ EBRAICO CRISTIANA! Il caso del magistrato inglese Richard Page, già costretto a seguire corsi rieducativi, che ora denuncia il ministro della Giustizia: "Decisione illiberale e intollerante" Un giudice inglese è stato rimosso dal suo incarico per colpa grave, ossia l'aver sostenuto che è meglio affidare un bambino a una mamma e un papà piuttosto che a due presone dello stesso sesso. Il provvedimento contro Richard Page, magistrato 69enne in carica da 15 anni presso il tribunale delle famiglie del Kent, è stato autorizzato la settimana scorsa dal ministro della Giustizia Michael Gove e dal presidente della Corte suprema, Lord Thomas di Cwmgiedd. Nel 2014, il giudice emise una sentenza su un caso di affido da cui partì un’indagine disciplinare che si concluse con l’obbligo per Page di partecipare a corsi di aggiornamento rieducativi. L’ufficio preposto spiegò nella motivazione che in quel processo "Il giudice si è lasciato influenzare dal suo credo religioso piuttosto che dall’evidenza". Quale evidenza? In una intervista alla Bbc nella primavera del 2015, Page chiarì: "La mia responsabilità come magistrato è di fare ciò che considero il meglio per i bambini e il mio sentore era che il meglio per lui (il bambino coinvolto nella vicenda, ndr) fosse che i suoi genitori adottivi fossero un uomo e una donna". Quell’intervista alla tv britannica è costata al giudice un’ulteriore indagine, fino alla decisione della sua rimozione definitiva, con l’accusa di "faziosità e pregiudizio". Facendo leva proprio sul concetto di evidenza, Page si è difeso spiegando che riguardo ai caso di adozione da parte di persone dello stesso sesso, non c’è ancora stata una "corretta analisi sugli effetti di tali collocamenti sui bambini", ma "io, come magistrato, devo agire sulla base delle prove. E, molto semplicemente, credo che non vi siano prove sufficienti a convincermi che affidare un bambino alle cure di una coppia dello stesso sesso possa essere, dal punto di vista olistico, un bene per un bambino anziché affidarlo a una mamma e un papà come Dio e la natura vogliono". Adesso, dopo la rimozione dall’incarico, il magistrato ha deciso di denunciare il ministro Gove, rimproverandogli di "assecondare la nuova ortodossia politica" e di aver preso una "decisione profondamente illiberale e intollerante". "Sono inorridito – spiega –da come stanno andando le cose. E che i cristiani vengano emarginati così". Page dice inoltre di essere "infastidito" dal fatto che "persone che dicono di avere una visione cristiana se la prendano con me per la mia visione cristiana, e fra queste c’è Michael Gove". Andrea Minichiello Williams, l’avvocato del Christian Legal Center che difende Page, ha ricordato infine che il giudice ha anche prestato servizio per lungo tempo il Servizio sanitario nazionale, guadagnandosi la stima per la sua "competenza", motivata proprio dalla "fede cristiana e dalla profonda compassione per le persone". http://www.ilgiornale.it/news/cronache/meglio-mamma-e-pap-giudice-licenziato-1236705.html



Il boom dei “bambini transgender” in Inghilterra. Medici in allarme: è una cura o una moda? Nel 2015 oltre mille minorenni sono stati sottoposti a terapie per il "disordine di genere". Nella comunità scientifica c'è chi non si fa prendere dall'euforia... http://www.tempi.it/boom-bambini-transgender-inghilterra-medici-allarme-cura-moda#.Vu7Epe_2aUk

20/03/2016 ** Utero in affitto in Canada si fa solo a titolo gratuito, ci raccontano. .. basta chiamare il compenso con un altro nome: rimborso. Love is love lo slogan delle lobby, gli ebetini lo ripetono come automi senza rendersi conto di essere semplicemente dei SERVI
http://m.vanityfair.it/news/mondo/16/03/18/utero-affitto-estero

20/03/2016 A MADRID UN BAMBINO NASCE TRANS PER LEGGE! ] [ SPAGNA:  ALTRA GRANDE NAZIONE A CUI CI DOBBIAMO ALLINEARE? La follia eretta a sistema! Si legge che “si deve rispettare l’identità di genere che ogni persona riferisca di avere nel momento in cui fa uso degli spazi separati per sesso”. Vale a dire che un bambino potrà accedere agli spogliatoi delle bambine: basta manifestare solo che egli “si sente donna”. http://www.lanuovabq.it/mobile/articoli-follia-a-madrid-il-bimbo-e-trans-per-legge-15609.htm#.Vu6R5WHYOnN

20/03/2016 ** Maria Rachele Ruiu ** [ I NUOVI MOSTRI NEL REGIME BILDENBERG DARWIN SODOMA: TUTTE LE FALSE DEMOCRAZIE MASSONICHE SENZA SOVRANITÀ MONETARIA: E TUTTI I LORO SATANA DELL'ANTICRISTO.. TRA LORO E LA MINACCIA ISLAMICA? LA CIVILTÀ EBRAICO CRISTIANA COLLASSERÀ! Toh! Ora lo dicono anche loro! La domanda è: ma chi cacchio ha spinto perchè passasse al senato la Cirinnà? Che le unioni civili così come scritte siano il matrimonio e che il matrimonio chiami necessariamente la filiazione e che due persone dello stesso sesso non possono avere figli naturalmente.... è un ragionamento tanto difficile da comprendere? Chiedo onestamente. [Manca un passaggio in questo articolo: ci si dimentica dei fratelli non selezionati, quelli uccisi nel grembo materno in favore di quello scelto!] Nel felice racconto della genitorialità con la gestazione per altri si è trattato con pochi accenni a una parte importante della questione, ovvero il prima dell’impianto dell’embrione. Quel prima non è un pezzo da poco perché riguarda la selezione e l’acquisto del materiale genetico che serve per costruire la nuova vita, ovvero lo sperma e gli ovuli, fondamentali perché determinano le caratteristiche di una persona. La scelta di questi donatori e della portatrice di utero hanno dei costi e si stanno muovendo secondo criteri economici e geografici simili a quelli dei movimenti dei capitali finanziari.
Chiamare la maternità surrogata una donazione è un eufemismo perché in realtà si tratta di un vero e proprio mercato che ha dei tariffari, una domanda e un’offerta, dei contratti, un marketing, dei mediatori, come in qualunque scambio di merce o di prestazione. L’invasione del linguaggio e della mentalità del marketing nel mercato dei corpi, perché di questo si tratta, è già avvenuto e basta guardare gli slogan di certe agenzie che ricalcano quelli della promozione di viaggi low cost, come Pacchetto bimbo in braccio, Pacchetto Surrogacy, pacchetto Economy Plus che stabiliscono tariffe diverse secondo i tentativi di fecondazione e le scadenze del compenso.
In questa compravendita lo sperma è la merce che costa di meno. Si va dalle poche centinaia di dollari chiesti da un’agenzia israeliana, ai diversi prezzi che un’agenzia russa paga secondo la nazionalità del donatore/venditore. Per la stessa quantità di liquido seminale a un russo vengono dati meno di 200 euro, mentre a un danese o a uno svedese più di 800. Stessa cosa succede con le donatrici di ovuli. Negli Usa, dove la media per una donazione di ovuli è ricompensata dai 10 ai 15mila dollari, se la donatrice è alta, bionda e ha frequentato Harvard può chiedere un prezzo molto più alto di una donna non laureata.
Anche per le portatrici di utero le tariffe si adeguano a una geografia economica. Un’americana percepisce al massimo 30mila dollari, un’indiana poco più di 5mila, un’ucraina 10mila circa e basta guardare il costo complessivo dell’operazione per farsi un’idea di come si muove questo business. Negli Usa il costo totale di una maternità surrogata può andare dai 150 ai 200mila dollari, in Ucraina dai 30 ai 50mila, in Russia dai 30 ai 65mila dollari. Per offrire prezzi concorrenziali c’è chi si è organizzato con gli stessi criteri della movimentazione dei capitali. E allora ecco agenzie americane che ricorrono a portatrici di utero messicane, o agenzie israeliane che propongono l’inseminazione negli Usa e poi trasferiscono gli embrioni congelati in Nepal dove vengono impiantati nell’utero di donne indiane, per risparmiare.
In «Clinical Labor», libro uscito nel 2014, le ricercatrici australiane Melinda Cooper e Catherine Waldby analizzano le nuove forme di lavoro bioeconomico come la maternità surrogata. Osservano come il mercato della riproduzione assistita cresce sempre di più espandendosi in servizi e settori dell’industria biomedica. Rivelano come il clinical labor diventerà sempre più rappresentativo delle economie neoliberiste del 21esimo secolo.
C’è chi per pagare un percorso così vende una proprietà, se ce l’ha, o chiede un prestito. Dall’altra parte ci sono donne che si sottopongono a cure ormonali e a una gravidanza conto terzi per comprare una casa o pagare l’università ai figli. Intanto medici, cliniche, agenzie, assicurazioni, ospedali e avvocati vedono crescere il proprio conto in banca. In mezzo c’è il desiderio di un figlio. Viene davvero da chiedersi se un bisogno così ha il diritto di essere esaudito a qualunque costo, letteralmente parlando


PENSIERI DEL FARISEO ROTHSCHILD E OGM SPA FED UK, REGIME MASSONICO E SCIE CHIMICHE ] SE VOLESSI METTERE IN GINOCCHIO L'UMANITA' .... Se io volessi essere malvagio, se volessi mettere in ginocchio l’umanità, spruzzerei su tutto il suo cibo del glifosato, poi spruzzerei nell’aria dell’alluminio, e se questo ancora non basta, aggiungerei ancora un po’ d'alluminio nei vaccini. In questo modo posso riuscire a rendervi tutti quanti stupidi, e nell’arco di due o tre generazioni vi porterei all’estinzione.      deca

IL BULLISMO CRIMINALE DEL GENDER! L’asilo elimina la festa del papà: “Sarebbe un trauma”. marzo 18, 2016 Dopo il caso di Milano, festa del papà eliminata anche all’asilo San Pietro di Albaro. Festa che nelle scuole per l’infanzia e alle elementari veniva festeggiata oggi perché San Giuseppe quest’anno voeme di sabato. Le maestre non hanno fatto fare il consueto lavoretto ai bimbi per i loro papà. Niente. Lo scrivono i giornali locali. Tanto è inutile, hanno spiegato della scuola materna comunale, perché ormai c’è un’alta percentuale di coppie separate e in genere si tratta di brutti eventi famigliari da non ricordare. Il padre come un ‘trauma da dimenticare’. Ennesimo esempio di come la cucciolata attualmente al lavoro come insegnanti nelle scuole italiane sia venuta su male, molto male. Uccidere il padre per eliminare la tradizione, eliminando simbolicamente la figura paterna mirano alla dissoluzione dell’identità sociale che vi fa riferimento.
Lorenza Castello - 19 mar 2016, Io, in tutto QUESTO, non vedo altro che un abuso di potere! I gay o lesbiche, dovrebbero un attimino rispolverare il dizionario e cercare il significato di alcune parole. tipo umiltà e sincerità, poi dovrebbero iniziare ad accettarsi per quello che sono. .... Il cancellare la festa del papà e una fesseria, questi bambini per forza un padre da qualche parte lo hanno se no non sarebbero al mondo! parlano di turbare, allora gli orfani??? o quelli abbandonati nellA immondizia? Vergogna tutto cIÒ fa schifo! http://voxnews.info/2016/03/18/lasilo-elimina-la-festa-del-papa-sarebbe-un-trauma/

Immigrati accerchiano e urinano su studentesse italiane, marzo 21, 2016 Forza Nuova comunica, dopo quanto accaduto ad Aulla, dove due studentesse sono state accerchiate, picchiate e fatte oggetto di ‘urinazione’ da parte di immigrati, di avere istituito una squadra di volontari per la sicurezza. “Dove non c’è lo Stato c’è Forza Nuova, ed i Forzanovisti, non essendo semplicemente indignati ma incazzati neri, hanno già iniziato a presidiare le zone più a rischio della città, dalla stazione vecchia e nuova al piazzale delle corriere, passando per lo stesso centro storico e anche per la Filanda e il Masero, con intenzione di coprire prossimamente e con regolarità tutta Aulla. Noi non siamo parolai, come per esempio potrebbero esserlo Novelli e Santini della Lega Nord, i quali hanno paragonato le selvagge azioni degli immigrati a due locandine contro l’immigrazione affisse recentemente dal nostro movimento giovanile, Lotta Studentesca, presso il Liceo Classico di Aulla, un blitz che tra l’altro denunciava “quelle situazioni di disagio che sfociano poi in bullismo o delinquenza, comportamenti che non si limitano all’ambito scolastico ma che si riflettono in seguito anche nel sociale”: scripta manent, e – purtroppo – la storia ci ha dato ragione visto il caso delle due studentesse aggredite; non siamo nemmeno buonisti come la signorina Cravet, dello stesso Liceo Classico, che da buona democratica invoca leggi liberticide per chiuderci la bocca: ma la verità non si può arrestare, e da uomini liberi siamo comunque disposti a qualsiasi tipo di confronto.
Adesso tocca a noi riprenderci i quartieri: invitiamo quindi tutti gli uomini di buona e coraggiosa volontà a contattarci (tramite la pagina Fb “Forza Nuova Lunigiana” o il recapito “392.8316607”) per aderire alle Passeggiate per la sicurezza; è giunto il momento di scendere in strada e di sbarrarla agli invasori“. http://voxnews.info/2016/03/21/immigrati-accerchiano-e-urinano-su-studentesse-italiane/


PER I GENDER DEL PD, GLI ESSERI UMANI SONO CONIGLI! California, madre surrogata concepisce tre gemelli. L’acquirente: «Devi abortirne almeno uno» novembre 28, 2015 Leone Grotti, Melissa Cook, 47 anni, ha denunciato in un’intervista le minacce subite. Un uomo della Georgia le ha fatto impiantare tre embrioni con fecondazione eterologa ma vuole solo due bambini. È sempre più invalsa l’idea che considera l’utero in affitto una bestialità se vi si ricorre in paesi poveri dell’Asia o dell’Est Europa, perché porta allo sfruttamento di povere donne, mentre è da considerarsi una pratica accettabile se riguarda i ricchi Stati Uniti. Melissa Cook (nella foto), 47 anni, abita a Woodland Hills, nella benestante California, e mesi fa è stata assoldata da un uomo della Georgia per fargli da madre surrogata. La donna ha accettato di portare in grembo gli embrioni risultanti dallo sperma dell’uomo e dall’ovulo di una donatrice ventenne. La pratica è legale in California e per farsi impiantare gli embrioni con l’aiuto della fecondazione eterologa, la signora Cook si è accordata per un compenso di 33 mila dollari, più seimila dollari per ogni figlio aggiuntivo. Per avere più possibilità di successo, infatti, le sono stati impiantati tre embrioni.
ABORTIRNE ALMENO UNO. Contrariamente ai desideri e alle aspettative dell’uomo, tutti e tre gli embrioni sono sopravvissuti. Ma poiché il futuro padre non ha nessuna intenzione di crescere tre figli, da solo o con eventuali partner, ha ordinato alla madre surrogata di abortirne almeno uno. «Sono esseri umani, sono legata a loro. Questo non è giusto», gli ha risposto la donna e per questo l’uomo, attraverso l’avvocato, ha cominciato a minacciarla.
LE MINACCE. La signora Cook ha denunciato le richieste e le pressioni dell’uomo con un’intervista al New York Post. La donna ha ancora due settimane per abortire legalmente e ha dichiarato di avere «paura». L’uomo infatti ha minacciato di non corrisponderle il compenso pattuito e di denunciarla per farle pagare i danni per quello che dovrà spendere per prendersi cura del bambino non desiderato e di eventuali parcelle mediche.
La donna, separata dal marito, è madre di quattro figli, tra cui tre gemelli. In precedenza, si era già prestata a una maternità surrogata. La mia paura, dice, è di «essere costretta ad abortire. Se voleva due bambini, perché mi ha fatto impiantare tre embrioni?». La domanda è legittima, ma quando i bambini diventano oggetto di compravendita, ostaggi dei volubili desideri degli adulti, sembra inutile perdersi in sottigliezze.
Leggi di Più: Usa. Madre surrogata minacciata: «Devi abortire» |http://www.tempi.it/california-madre-surrogata-concepisce-tre-gemelli-aborto#.Vu-gHdCQlxC



Usa: «Isis compie genocidio contro i cristiani». marzo 18, 2016 Leone Grotti
TROPPO TARDIVAMENTE, CIOÈ DOPO DI 5 ANNI DI GENOCIDIO ESERCITO LIBERO SIRIANO TERRORISTI MODERATI OBAMA. Il segretario di Stato americano ha condannato i jihadisti, ma la Corte criminale internazionale non ha giurisdizione in Siria e Iraq. L’America non è obbligata a intervenire. «Daesh è genocida per sua stessa ammissione, ideologia e azioni, in quello che dice, crede e fa». Così il segretario di Stato americano John Kerry ha confermato il voto della Camera dei rappresentanti (393 a favore e zero contrari) e ha definito «genocidio» i crimini commessi dallo Stato islamico contro cristiani, yazidi e musulmani sciiti. Il Parlamento europeo aveva già preso il mese scorso una decisione simile. OBAMA SUPERATO. Kerry ha preso in contropiede Barack Obama, il cui portavoce Josh Earnest aveva escluso solo due settimane fa che ci fossero i presupposti per dare una simile definizione dei crimini compiuti dall’Isis. Kerry, nel suo discorso, dopo aver precisato che «i fatti completi» devono ora essere stabiliti da un’indagine indipendente, ha detto che l’America «appoggerà con forza ogni tentativo di raccogliere e analizzare le prove delle atrocità. E faremo tutto quello che possiamo perché gli autori siano portati davanti alla giustizia».
PROBLEMI LEGALI. Come si comporteranno dunque gli Stati Uniti? Secondo alcuni esperti di legge internazionale, intervistati dal Guardian, dovrebbero cercare di far giudicare i responsabili alla Corte criminale internazionale, che può essere istruita da una decisione del Consiglio di sicurezza dell’Onu o da uno Stato. La Corte, però, non ha giurisdizione in Siria e Iraq, paesi che non l’hanno mai riconosciuta. I membri dell’Isis potrebbero comunque essere perseguiti, ma solo per attentati commessi in paesi firmatari come la Francia, nel caso della strage al Bataclan. INTERVENTO NON OBBLIGATORIO. Per quanto riguarda un possibile intervento militare da parte degli Stati Uniti per fermare l’Isis e arrestare i responsabili non ci sono certezze. Parlare di genocidio ha precise implicazioni legali. La convenzione Onu del 1948 sulla prevenzione e punizione dei genocidi obbliga le nazioni che riconoscono un genocidio a punire i responsabili e a prevenire nuovi crimini da parte degli stessi. Ma fino ad oggi un eventuale intervento è stato interpretato come non obbligatorio dalle nazioni firmatarie della convenzione, che era stata scritta nel caso gli autori fossero interi Stati e non singoli gruppi terroristi. CRISTIANI ESULTANO. I cristiani però esultano per la presa di posizione degli Usa. Scrive in un comunicato Aiuto alla Chiesa che soffre: «Genocidio, non vi è altro modo per definire la barbarie subita dai nostri fratelli nella fede. Che la comunità internazionale parli finalmente di pulizia etnica e di crimini contro l’umanità, per descrivere le violenze dello Stato Islamico, è fondamentale. Si accende una speranza che va alimentata affinché il mondo non lasci sole le Chiese locali, solitarie protagoniste nell’aiuto a chi fugge dalla persecuzione». http://www.tempi.it/usa-isis-compie-genocidio-contro-i-cristiani-cosa-puo-succedere-ora#.Vu-hP9CQlxA

=============
Allarme choc: “ISIS ha contrabbandato in Europa esercito di 400mila uomini tra profughi” marzo 21, 2016, Henning Witten, esperto svedese di intelligence ha scritto un articolo inquietante che proponiamo in inglese e con una traduzione automatica in italiano, appena avremo tempo sistemeremo la traduzione: Islamic State (IS), also called Daesh and ISIS / ISIL, already has a many-headed army of conquest in Europe, says the Swedish lawyer Henning Witte, who has information from various sources regarding the inflow, arming, training and activities that he has been able to link to the terrorist army. Despite the world’s worst terrorist organization, ISIS or Daesh, as it is called in the Arab countries, often in 2014 and 2015, has threatened to bring holy war to Europe, I have not really wanted to believe it. There has not been any huge attacks in Sweden or Germany, “only” a major terrorist attack in Paris on November 13, 2015, but it was a single terrorist attack, not an army that attacks and proclaims a caliphate in France and other parts of Europe, writes Witte.
Shortly thereafter, in late November 2015, I was traveling in Germany and spent a night in Hamburg with a good friend of mine for many years. Before we went to bed, he told me something which he had been told by his contacts within the German security services. They were risking their lives entrusting him with the information; that ISIS has smuggled in a whole army of about 400,000 men and women since 2014. Officially the security services were not allowed to disclose the information and one of my friend’s contacts even had disappeared without a trace after he had warned my friend. The friend also had contacts within the police and with a high ranking judge in Germany.
The attack date in March 2016, has been moved to September 2016, according to my German sources, says Witte.
Our German interview was during the first ten days of December 2015 seen by more than 100,000 people in Germany, he says.
As Sweden takes in even more immigrants per capita than Germany, mostly unknown men in fighting age, who don’t even bother register with the authorities, it provides an interpolation that quickly gives the result that a secret ISIS army has even been smuggled into Sweden, perhaps in the order of 20,000 to 40,000 men.
What are the signs of that? Henning Witte lists some of the signs.
1. Approximately 80 percent of the migrants are young Muslim men between 18 and 35, often well-trained and well-equipped with smart phones, etc. They are well-fed and aggressive. Most unaccompanied children are not children but are lying about their age.
2. According to statistics from the United Nations for 2014, four out of five Syrian refugees were women and children. Of those, hardly any have come to Sweden, and most people who come here are not even from Syria, but are lying about it. There is an abundance of fake Syrian passport that are often produced and sold in Turkey. Most ISIS terrorists come from countries other than Syria, therefore, what is happening in Syria is not even a civil war.
3. The numerous sexual assaults against women during New Year’s Eve in Germany, Finland, Sweden and other parts of Europe seemed so well organized, that one can suspect an exercise by the smuggled-in army. Even media such as the Frankfurter Allgemeine Zeitung, around the turn of the year 2015/16, reported about ISIS’ plans to make Europe into a battlefield.
4. I have a strong suspicion that the Turkish ship “Whiskey Trio” in Varberg, with 13 containers of weapons, partly from Bofors, planned to supply the smuggled-in ISIS army with the weapons.
5. According to the Turkish owner, the vessel in Varberg had its final destination in Montenegro, which is a Bosnian harbor. In northwestern Bosnia, ISIS has bought a lot of ground in recent months and has formed an extremely dangerous jihadi island in Europe. There have been reports in the British Mirror and also the Swedish SR has reported about it. Italian media write that ISIS buys up land in Bosnia with money from Saudi Arabia, Qatar and the United Arab Emirates.
6. In early February 2016, German police arrested several ISIS terrorists in different states in Germany in a coordinated campaign that barely was reported on in Sweden.
7. On February 7, 2016, media reported, including SVT, that a weapons cache and explosives had been found outside Västervik. This could well be part of the armament of the smuggled-in ISIS army.
8. On February 13, 2016 a Kurdish demonstration by the Turkish Cultural Centre in Fittja was hit. There, several Turkish men shouted “long live ISIS” to the Kurds. Shortly thereafter, one of the Kurdish leaders was shot in close proximity to the Turkish Cultural Center, inside a car. He had to fight for his life for several days. Turkey under Erdogan has become a command center for ISIS, says Witte.
9. In February 2016, several German media and the police authorities in North Rhine-Westphalia drew attention to the Turkish biker gang Osmanen Germania, which has spread rapidly across Germany since its founding in April 2015. They had in the summer of 2015 even established a branch in Sweden, named Osmanen Germania Sweden. Many of the members behave extremely aggressively and threateningly, and pictures of them fit well with soldiers out of uniform. Their commercial begins with the message: “We will come and take over the country!”
10. On March 1, 2016, the NATO Commander, General Philip Breedlove, said before the US Senate Armed Forces Committee, that ISIS already has smuggled many terrorists to Europe by hiding them among refugees. He compared their invasion to a cancer.
11. Sweden’s army chief, recently issued a warning that Sweden, within a few years could be at war. He did not say with whom, but I know from the defense that in the current situation, it does not believe that Russia is a threat to Sweden. That leaves just the Trojan horse in Sweden – the ISIS army. According to the European Treaty 42 pt. 7, as Sweden has joined France’s war against ISIS after the attacks on September 13, 2015 in Paris, legally, Sweden is already at war with ISIS.
12. On March 1, 2016, a group of German retired officers posted an analysis that confirms the dangerous picture that an army of ISIS fighters has already been smuggled into Germany, and that they will soon attack simultaneously.
13. From informal contacts within the Swedish police, I recently got confirmation that ISIS already has smuggled a whole army into Sweden, and that the police know about it, but are not allowed to talk about it. Just as in Germany.
14. And the Swedish mainstream media censor all information that could awaken the sleeping people to the extreme danger they are in.
Conclusion: Sweden is in its most dangerous situation since the beginning of World War II. Everyone must be alerted and the national police chief, Dan Eliasson, sacked, otherwise more blood will flow in the streets of Stockholm than during the Stockholm Bloodbath! writes Henning Witte. http://voxnews.info/2016/03/21/allarme-choc-isis-ha-contrabbandato-in-europa-esercito-di-400mila-uomini-tra-profughi/


Giustiziato in strada [ MENTRE NELLA LEGA ARABA È LO STATO ISLAMICO CRIMINALE SHARIA, CHE UCCIDE IN MODO LEGALE, QUI, IN BRASILE E SUD AFRICA UCCIDE BULLISMO E ANARCHIA! marzo 7, 2016. In Brasile ogni dieci minuti una persona viene uccisa e ogni quattro una donna viene stuprata. Sono le statistiche contenute nell’ottava edizione dell’Annuario sulla sicurezza pubblica – si fa per dire – in Brasile.
Nel 2013, gli omicidi sono stati 53.646 e negli ultimi dieci anni hanno superato il mezzo milione. Lo scorso anno, sono state assassinate 6,11 persone ogni ora, con un aumento dell’1,1% rispetto al 2012. Dal ritorno del Brasile alla democrazia, con la Costituzione del 1988, gli omicidi sono stati più di un milione. ”Ovvero quattro volte più che la guerra in Vietnam, durata anch’essa circa un ventennio”, ha sottolineato il professor Oscar Viilhena, docente di diritto alla Fondazione Getulio Vargas.
Inquietante il numero degli stupri: nel 2013, sono stati circa 143 mila. Le denunce sono state 50.320 ma secondo i ricercatori solo il 35% delle violenze viene denunciato. Le vittime della polizia sono circa 2,5 ogni 100 mila abitanti, con la percentuale più alta nello stato di Rio de Janeiro, ma è pesante anche il prezzo di sangue pagato dalle forze dell’ordine: tra il 2009 e il 2013 sono stati uccisi 1.779 poliziotti. Questi sono numeri da ‘femminicidio’. E non è strano che uno dei pochi paesi a superare il multietnico Brasile in questa poco invidiabile classifica, sia il Sudafrica: sudafrica: uno stupro ogni 26 secondi. Il motivo è semplice: più individui di un ‘certo tipo’ ci sono in una società, più questa diventa violenta.
E solo i ricchi, chiudendosi in fortini che sono ‘stati autonomi’, possono garantire la sicurezza propria e dei loro familiari: tutti gli altri, a Tor Sapienza. http://voxnews.info/2016/03/07/giustiziato-in-strada-video-choc/


Molesta 3 ragazze in pochi minuti: “E’ la mia cultura”. COME LA BOLDRINI, E LA SUA FOLLIA IDEOLOGICA GENDER, PUÒ PARLARE DI INTEGRAZIONE SE NON RIESCE A CONDANNARE LA SHARIA! marzo 7, 2016 Ali Abdullahi, 34 anni, somalo, ha molestato tre donne (una ragazzina e e due ragazze) nel giro di pochi minuti in una stazione inglese. La prima sul treno e le altre due sul binario appena sceso. Ma nonostante essersi dichiarato colpevole delle accuse di violenza sessuale, l’uomo, che lavora come guardia di sicurezza (!), arrivato in Gran Bretagna nel 2011, ha detto alla corte, durante il processo, di non sentire di avere fatto qualcosa di sbagliato: “E’ la mia cultura”, questa la sua difesa secondo l’Express.
Il giudice l’ha ‘condannato’ ad un corso di comportamento sessuale e a 3 anni di libertà vigilata. http://voxnews.info/2016/03/07/molesta-3-ragazze-in-pochi-minuti-e-la-mia-cultura/


Parigi stuprata dagli immigrati islamici novembre 14, [ VOCI DI ORDINARIA FOLLIA, ORDINATA, DEI NOSTRI MASSONI REGIME BILDENBERG ] 2015 RACCOLTA DI IMMAGINI E VIDEO
Parigi è questa notte una città in guerra. Le strade sono ricoperte di corpi di cittadini innocenti. Vittime del lassismo. Vittime della società multietnica. Vittime di governanti imbelli. I luoghi dei sette attacchi e in basso le terribili immagini dei cadaveri pietosamente coperti da lenzuoli bianchi.
E’ il risultato di anni di buonismo e politica delle porte aperte: http://voxnews.info/2015/11/14/parigi-stuprata-dagli-immigrati-islamici/

Francia: proseguono vandalismi dopo arresto Salah, [ VOCI DI DISPERATA ORDINARIA FOLLIA, ANARCHIA ORDINATA, DEI NOSTRI NUOVI PADRONI MASSONI REGIME BILDENBERG ]  marzo 21, 2016 Proseguono gli atti di vandalismo in Francia, dopo l’arresto di Salah Abdeslam. Dopo il rogo di decine di vetture e bus in Alsazia, è la volta del monumento ai caduti di Mamers. Dove le bandiere sono state stracciate dai soliti ignoti.
http://voxnews.info/2016/03/21/francia-proseguono-vandalismi-dopo-arresto-salah/



Marocchino si spoglia davanti a donne e bambini: bastonate ad 83enne che lo affronta. 24-01-2013 MANDIAMOLO IN CASA DELLA BOLDRINI! “Italiani di merda… meritate di essere ammazzati tutti!” Stanno creando una società caotica. Monza, 24 gennaio 2013 – “Quando mi ha dato uno spintone, non ci ho visto più. Perché è vero che lui aveva oltre cinquant’anni di meno, ma io sono ancora forte…”. E forte Nicola Scalise, 83 anni, lo è davvero, nel corpo e soprattutto nello spirito. La sua energia gli ha permesso di tener testa l’altro pomeriggio a un energumeno di 30 anni, un marocchino senza fissa dimora e con il permesso di soggiorno bell’è scaduto, che ha scelto proprio la persona sbagliata per fare il gradasso: ha picchiato infatti il padre di Francesco Scalise, attuale vicequestore e primo dirigente del «Commissariato di Polizia di Monza, per farsi giustizia di quel «vecchietto» che aveva osato protestare quando aveva visto un altro giovane marocchino mettersi a urinare senza alcun senso del pudore in mezzo ai giardinetti pubblici di via Azzone Visconti, a due passi dal centro di Monza. Davanti a mamme e bambini, che tutti i giorni accorrono numerosi a giocare e a passare qualche ora di svago all’aperto. Nicola Scalise, che è uomo tutto d’uno pezzo, ex tramviere in pensione, ex attivista politico (per cinque anni è stato consigliere comunale a Monza eletto in una lista civica di destra ma a sostegno dell’allora sindaco di sinistra Michele Faglia), non è stato a guardare. Non ne è proprio capace. E così di fronte «all’atto vergognoso» – sono parole sue – andato in scena martedì intorno alle 17 è andato a rimproverare il marocchino, che si trovava ai giardinetti con un amico connazionale. Quello che non si aspettava è che proprio quest’ultimo, mentre il responsabile del gesto incivile si allontanava, gli si scagliasse contro. «Prima – è il racconto dello stesso Nicola Scalise – si è messo a urlare insulti contro di me: “Italiani di merda… meritate di essere ammazzati tutti!”. Poi, mi è venuto addosso e mi ha spintonato. Allora io mi sono divincolato e l’ho spinto via a mia volta». Il giovane marocchino ingaggia però una colluttazione e finisce addirittura col buttare per terra il malcapitato. «Sono caduto come uno straccio» ammette Scalise. Non è però finita lì. Visto che Scalise si rialza subito, il marocchino afferra un bastone e gli si butta nuovamente addosso. «Mi ha spinto contro un palo puntandomi il bastone al collo – prosegue Scalise – ma sono riuscito a liberarmi». Nel frattempo, sul posto arriva una Volante della Polizia che blocca il nordafricano e lo arresta. Al processo per direttissima di ieri al Tribunale di Monza, il giudice ha convalidato l’arresto, anche se l’udienza è stata rinviata. Intanto l’83enne Nicola Scalise, graffiato e tumefatto, è stato medicato al pronto soccorso, dove gli sono stati riscontrati lesioni al polso e un trauma alle gambe giudicati guaribili in 15 giorni. «Ce ne sono troppi di personaggi del genere in giro – commenta ancora Scalise -, quando lavoravo sugli autobus ne ho incontrati tanti. Mettersi a far pipì davanti a tutti, incurante di donne e bambini, proprio non lo potevo sopportare e dovevo reagire. Mica mi pento di quello che ho fatto…».
http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/marocchino-si-spoglia-davanti-a-donne-e-bambini-bastonate-ad-83enne-che-lo-affronta/

http://www.ilgiorno.it/monza/cronaca/2013/01/24/834933-monza-giardini-urinare-francesco-nicola-scalise-marocchino-botte.shtml


Regina Elisabetta: “Matrimonio è fra uomo e donna” QUESTA IPOCRITA DEVE ESSERE SUBITA MANDATA AD UN CORSO DI RIEDUCAZIONE IDEOLOGIA GENDER, IDEOLOGIA TEOSOFIA SATANICA, CHE, IL SUO SISTEMA MASSONICO STA DIFFONDENDO! marzo 7, 2016. La regina Elisabetta non approva la legalizzazione del matrimonio omosessuale avvenuta nel Regno Unito un paio di anni fa, e ritiene che il matrimonio sia tra un uomo e una donna, lo rivela il Daily Mail in un articolo di oggi. Ha espresso la sua frustrazione ad un amico al culmine della controversia che si è sviluppata al momento della discussione nel parlamento britannico, ma ha ammesso di essere impotente e di non potere intervenire, dicendo: ‘Posso solo consigliare e mettere in guardia.’ Deve essere frustrante, vedere il proprio regno sprofondare nell’anarchia morale, etnica e sociale, senza poter fare nulla come accade da anni alla regine d’Inghilterra. Vedere crollare i capisaldi della civiltà, quelle architravi che fino a pochi anni fa venivano date per scontate, e che oggi si sbriciolano nell’entropia dei valori, come fondamenta corrose dalle termiti, ed essere formalmente a capo di ciò che sta crollando, senza avere poteri reali per fermare il crollo.
http://voxnews.info/2016/03/07/regina-elisabetta-matrimonio-e-fra-uomo-e-donna/


Armato di forbici insegue 2 donne: lo disturbava il cagnolino. MANDIAMOLO A CASA DELLA BOLDRINI GENDER .. 19-03-2016. mar. 19 Ancona, Crimini Immigrati no comments. ANCONA – Minaccia due donne con delle forbici. Attimi di forte tensione poco prima delle 13 nell’area verde di via Ragusa e provvidenziale l’intervento da parte di alcun volontari della Croce Gialla.
I militi hanno cercato di riportare la calma in una situazione che sembrava per degenerare.Tutto sarebbe nato dalla discussione tra una donna che portava a spasso il suo cane e un uomo di nazionalità straniera, pare marocchina. L’uomo avrebbe avuto da dire nei confronti del cane tanto da spingere la padrona a rispondere per le rime. I toni dell’uomo si alzano tanto che un’altra donna sente di dover intervenire in difesa della padrona del cane. A quel punto il marocchino sarebbe andato ancora di più in escandescenza tirando fuori dalle tasche un oggetto contundente, pare delle forbici, e con quelle avrebbe minacciato le due donne. Per fortuna al momento era di passaggio un’ambulanza della Croce Gialla. I militi vista la scena sono scesi dall’ambulanza e sono intervenuti. Nel frattempo era stato dato l’allarme alla polizia che poco dopo è arrivata sul posto con due Volanti. I poliziotti hanno fermato l’aggressore e lo hanno accompagnato in questura.
http://www.corriereadriatico.it/ancona/ancona_paura_donne_marocchino_minacce_polizia-1619526.html
http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/armato-di-forbici-insegue-2-donne-lo-disturbava-il-cagnolino/



Aggredito a bastonate da immigrati

E' stato aggredito nel pomeriggio, alle ore 15.15 circa, in via Castagna un cittadino bresciano 54enne. All'arrivo delle volanti l'uomo ha raccontato che, dopo aver parcheggiato la propria autovettura tra via Castagna e via Buozzi con l’intenzione di andare a fare degli acquisti in un negozio poco d...

ius-soli-1-300x208
Ius Soli: “Nuovi italiani” picchiavano ragazzini per divertimento Sei ragazzini dai 13 ai 16 anni sono stati individuati e denunciati dai carabinieri, a Milano, per due episodi di bullismo nei confronti di due ragazzini di 13 e 14 anni. Entrambi sono stati picchiati...
Ue: Renzi, se è solo spread non ha futuro
Profughi beccati con 80 dosi di droga da spacciare Tre giovani africani richiedenti asilo come profughi sono stati arrestati dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Alba Adriatica per concorso in detenzione a fini di spac...

pratoaccoltellato
Fuori controllo: Accoltellato da Africano davanti comando Polizia… PRATO. Un grave fatto di sangue è avvenuto nel pomeriggio di oggi, 18 marzo, nel cuore del centro ...
MANIFESTAZIONE-DEI-LAVORATORI-STRANIERI-NELLA-GIORNATA-DI-SCIOPE_h_partb
Svaligia le case dove lavora: immigrato imbianchino finisce in prigione Un imbianchino col vizio del furto, quello arrestato dai carabinieri di Rivoli e a cui è stata noti...
ius-soli-1-300x208
Disabile pestato (2 volte) da baby gang di immigrati Picchiato e rapinato dalla baby gang nordafricana. La vicenda sarebbe già irritante di per sé, ma ...

ROSARNO: PROTESTE ABITANTI, SCONTRI CON FORZE ORDINE
Nigeriani senza biglietto fermano l’autobus e minacciano donne: “Zitte voi, o vi uccidiamO” Casteddu on LineNigeriani senza biglietto fermano l'autobus e minacciano due donneCasteddu on Li...
Tratta e prostituzione, fermati 6 nigeriani Live SiciliaTratta e prostituzione, fermati 6 nigeriani Organizzazione con base a ...Live SiciliaCAT...
Quartu: arrestato nigeriano con hashish e ketamina in casa Casteddu on LineQuartu: arrestato nigeriano con hashish e ketamina in casaL'Unione SardaIn uno sono ...
Ruba borsello, denunciato nigeriano a Siena Antenna Radio EsseRuba un borsello che contiene 5 euro, denunciato nigeriano a SienaAntenna Radio Es...
Maxirissa tra indiani e marocchini, nove a processo Giornale di BresciaMaxirissa tra indiani e marocchini, nove a processoGiornale di BresciaProtagonist...
Cagli, accoltella un connazionale davanti ai carabinieri: marocchino Il MessaggeroCagli, accoltella un connazionale davanti ai carabinieri: marocchino ...Il MessaggeroCA...
Si finge passeggero e ruba zaini a Termini, arrestato marocchino NewsgoSi finge passeggero e ruba uno zaino a Termini, arrestato marocchinoNewsgoUn giovane di nazion...
Sorpreso con hashish e cocaina: arrestato minorenne marocchino L'Eco di Bergamo (Registrazione)Sorpreso con hashish e cocaina Arrestato minorenne marocchinoL'Eco d...
multietnico
Milano: Scontri tra Africani e Romeni alla stazione Ennesima rissa tra balordi davanti alla Stazione Centrale. Un ragazzo di 22 anni, cittadino egizia...
Ue: Renzi, se è solo spread non ha futuro
Legnano, riducono in schiavitù una ragazzina: arrestati africani Senza cibo, vestiti e scarpe. Una vita da schiava, segregata in casa e costretta a badare a due ba...
Ragazzino aggredito brutalmente da romeno Era un sabato sera come tanti per 5 minorenni di Terni, quando intorno a mezzanotte, passando in pia...
Armato di forbici insegue 2 donne: lo disturbava il cagnolino ANCONA - Minaccia due donne con delle forbici. Attimi di forte tensione poco prima delle 13 nell'are...
Non gli fa le feste quando rientra, egiziano pesta la moglie MILANO - Arrestato per maltrattamenti in famiglia un 52enne egiziano ieri a Milano. L'uomo ha picchi...
Potenziali terroristi in fuga, liberi grazie a magistrato Sospetta cellula di supporto all’Isis. Il gip Cinzia Perroni li ha lasciati liberi. Il pm Pier Ca...
postemigranti
Usano documenti romeni falsi per attivare Postepay MilanoToday Usano documenti romeni falsi per attivare Postepay: la polizia ... MilanoT...
Nuovo blitz all’ex Sartori Motors: trovati 14 romeni, tutti denunciati Il Gazzettino Nuovo blitz all'ex Sartori Motors: trovati 14 romeni, tutti denunciati I...
Sposi un immigrato? E' la fine che farai
Dà fuoco a casa della ex, tentato linciaggio – VIDEO https://youtu.be/5Ox_n2Qyevg Un vero e proprio inferno in via Bengasi quando, intorno all’ora d...
Due tunisini avrebbero dovuto trovarsi ai domiciliari ma… Giornale Ibleo Due tunisini avrebbero dovuto trovarsi ai domiciliari ma ... Giornale I...
Rissa tra bande di tunisini ed egiziani in San Salvario La Repubblica Rissa tra bande di tunisini ed egiziani in San Salvario: un ferito e tre ...
Tunisino arrestato a Malpensa per danneggiamenti al Cie Il Friuli Tunisino arrestato a Malpensa per danneggiamenti al Cie di Gradisca Il Friul...
Ue: Renzi, se è solo spread non ha futuro
Marocchino senza biglietto e fuma in treno minaccia controllore: “Chiamo il mio avvocato” Marocchino viaggia a sbafo e fuma in treno; non paga ma chiama l ... BELLUNO – «Fai ...
alfano-immigrazione-600x300
Marocchino rapina due donne genovesi e le picchia Liguria Notizie Marocchino rapina due donne genovesi e le picchia: arrestato Liguria N...
buonenotizie
Italiana convertita all’islam scomparsa con il marito marocchino e 3 ‘figli’ Blasting News Italiana convertita all'islam scomparsa con il marito marocchino e i ... ...
papa-francesco_h_partb
Anziana aggredita alla messa da profugo islamico: calci e pugni ANCONA - "Stavo andando a messa quando quel tizio mi ha aggredito da dietro. Ho avuto paura di morir...
migranti
Dà elemosina troppo bassa: aggredita da abusivo africano Ancora una ragazza cagliaritana aggredita e minacciata dai parcheggiatori abusivi. Questo il raccont...
alfano-immigrazione-600x300
Spedizione punitiva: migranti pestano a sangue ragazzino Rovigo – L’episodio che ha fatto pensare a tutti “Adesso basta” è stata una vera e propria ...
Marocchino ruba zaini ai turisti Aveva rubato cinque zaini appartenenti agli alunni del Collegio San Paolo, provenienti da Madrid in ...
Ue: Renzi, se è solo spread non ha futuro
Milano, nascondevano 4 chili di cocaina in appartamento Milano FanpageMilano, nascondevano 4 chili di cocaina in un appartamento ...Milano FanpageDue cittad...
Maxirissa tra indiani e marocchini, nove a processo Giornale di BresciaMaxirissa tra indiani e marocchini, nove a processo - Giornale di ...Giornale di ...